Andamento dei tassi d'interesse: a cosa prestare attenzione | key4.ch

Ecco i fattori che influenzano l’andamento dei tassi d’interesse

© Getty Images
07.05.2021 | 5 minuti

Non tutti ci rallegriamo per le stesse cose, anche quando si parla di tassi. I tassi d’interesse bassi infastidiscono i clienti con un conto di risparmio, ma sono una manna per chi ha un’ipoteca. Negli ultimi 40 anni, i proprietari di ipoteche hanno avuto vita facile, grazie alla graduale riduzione dei tassi tutt’oggi costante. Ma quanto ancora durerà?

Tutto dipende dalla situazione economica globale, decisamente complessa. In questo articolo facciamo chiarezza su ciò che i proprietari di immobili dovrebbero tenere sott’occhio e spieghiamo perché ha senso coinvolgere le analisi fondate degli istituti finanziari, nonostante si abbiano solo delle conoscenze di base di questi fattori.

Tasso di riferimento: il direttore d’orchestra

La Banca nazionale svizzera stabilisce il tasso di riferimento, che a sua volta dirige l’andamento. Tutti gli istituti finanziari che applicano i tassi d’interesse si rifanno alla Banca nazionale svizzera, nonostante gli interessi ipotecari siano influenzati anche da altri fattori indipendenti.

La strategia sui tassi della Banca nazionale ha due obiettivi chiari, definiti nella Costituzione federale svizzera: prima di tutto la Banca nazionale deve assicurare prezzi stabili e poi deve prendere in considerazione la situazione economica.

Ma che cos’è concretamente il tasso d’interesse? In poche parole: è il prezzo per i soldi presi in prestito. Se la Banca nazionale fissa un tasso di riferimento basso, allora prendere denaro in prestito è conveniente. In questo modo, entra in circolo denaro “a basso prezzo” che stimola l’economia. Se la Banca nazionale aumenta i tassi, il denaro è più costoso e la congiuntura rallenta.

Inflazione: un segnale d’emergenza

Nel determinare il tasso di riferimento, la Banca nazionale svizzera osserva il generale aumento dei costi, ovvero l’inflazione. A tal scopo, l’Ufficio federale di statistica pubblica regolarmente i tassi di inflazione, che mostrano l’andamento dei prezzi di diversi beni in un paniere, come ad esempio prodotti alimentari, vestiario, affitti, mezzi pubblici, attività per il tempo libero e molto altro.

La parola inflazione deriva dal latino “inflare” e significa gonfiare. L’inflazione è quindi una quantità “gonfiata” di denaro che può portare all’aumento dei prezzi e a una consequenziale riduzione del potere d’acquisto. Se la Banca nazionale teme che i numeri dell’inflazione crescano troppo velocemente, allora aumenta i tassi. Così, mettere i soldi da parte sarà più conveniente che spenderli, cosa che dovrebbe fermare il rincaro dei prezzi.

Un grande cantiere, sullo sfondo un grattacielo.
© Getty Images

Congiuntura: sempre sott’occhio

Non appena l’economia inizia a crescere, anche la richiesta di capitale, come da manuale, aumenta di prezzo, provocando così un aumento dei tassi di interesse. Per questo motivo, se si vuole redigere una previsione sui tassi è d’obbligo tenere sott’occhio anche l’andamento della congiuntura.

Gli indici dei responsabili degli acquisti sono dei pre-indicatori molto considerati. Questi indici segnalano se i responsabili degli acquisti delle industrie guardano al futuro con ottimismo, o se invece si mostrano meno fiduciosi. Una particolare attenzione è data all’indice dei responsabili degli acquisti negli USA, poiché gli Stati Uniti sono uno dei motori trainanti della congiuntura globale. Secondo la regola d’oro per le previsioni sui tassi, finché il motore dell’economia non è al massimo o arranca, le banche centrali mantengono i tassi contenuti.

In questo caso si prevede solo una cosa: semplicità

Trovate le offerte per il vostro finanziamento online, in modo rapido e gratuito.

Aspettative di mercato: che cosa pensano gli altri?

C’è una cosa che agli operatori di mercato davvero non piace: le sorprese. Poiché ogni cambiamento dei tassi può potenzialmente sabotare una strategia di finanziamento o di investimento, in genere le banche centrali cercano di soddisfare le aspettative degli operatori di mercato, comunicando con largo anticipo ed evitando bruschi cambiamenti di rotta. Se una riduzione dei tassi è vista di buon occhio dal circolo economico, una loro crescita è decisamente meno apprezzata. Questa, infatti, rende il denaro più caro e riduce la voglia di investire delle aziende.

Gli USA: un faro per la politica delle banche centrali

La Banca nazionale svizzera osserva costantemente il comportamento di altre banche centrali, soprattutto quella americana e quella europea e in generale si allinea con le loro decisioni. Ma perché?

Se le grosse aree economiche optano per una politica del denaro “più conveniente” con tassi bassi, di certo la Svizzera non sceglie di essere l’unica con tassi in crescita. In caso contrario il franco svizzero, considerato una sicurezza dagli investitori internazionali, diventerebbe più caro, cosa che renderebbe la vita degli esportatori svizzeri più dura poiché i prodotti diventerebbero ancora più costosi.

Curva degli interessi: un semplice strumento

A seconda della rispettiva scadenza, un credito avrà un tasso d’interesse diverso: in generale, più è lungo il prestito più sono alti i tassi, poiché con la durata aumenta anche il rischio di credito. Allineando i tassi d’interesse sulla base delle loro scadenze si ottiene la curva degli interessi, che solitamente tende verso l’alto. Ciò significa che i tassi a breve termine sono più bassi di quelli a lungo termine.

È interessante notare come la curva degli interessi possa rivelare alcune informazioni importanti sull’andamento dei tassi d’interesse: una curva ripida fa pensare che ci si possa aspettare un aumento dei tassi, mentre una più piatta precede una diminuzione. E cosa succede quando i tassi per le durate lunghe rimangono più bassi dei tassi a breve termine? In questo caso si parla di una curva dei rendimenti invertita, che suggerisce una diminuzione dei tassi.

La curva degli interessi permette anche ai meno esperti di farsi un’idea sul possibile andamento dei tassi.

Ampliare il proprio sguardo

Per poter creare una previsione sui tassi valida bisogna guardare al quadro generale. I team di ricerca delle banche analizzano grandissime quantità di dati di mercato e, tramite complesse analisi e modelli, giungono a previsioni affidabili. In veste di proprietario di un’abitazione vale quindi la pena non solo conoscere e seguire i singoli fattori descritti sopra, ma anche informarsi regolarmente sulle stime pubblicate dalle banche a dagli altri operatori finanziari.

Come si evolvono gli interessi?

Riceva le nostre previsioni sui tassi regolarmente e gratuitamente tramite e-mail e scopra come si svilupperanno in futuro i tassi d’interesse.

Abbonarsi alle previsioni sui tassi

Questo articolo è stato utile?
Grazie per il vostro voto!


Altri articoli sul tema


Pronti per la migliore offerta?


Rimanga aggiornato

Legga regolarmente articoli interessanti e riceva consigli utili su tutti gli aspetti dell’acquisto di una casa o di un appartamento.

Abbonarsi alla newsletter key4

Il nostro sito web utilizza cookie per offrirle la miglior esperienza di navigazione. Trova maggiori informazioni nella Dichiarazione sulla riservatezza. Può modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni di privacy. Verso le impostazioni di privacy