Interessi ipotecari: cosa tenere in considerazione?

Interessi ipotecari attuali: l’andamento degli ultimi mesi

22.06.2020 | 3 minuti

Per quanto riguarda le ipoteche e l’andamento generale dei tassi d’interesse, la Svizzera sta vivendo un periodo unico dal punto di vista della storia. Negli ultimi 30 anni i tassi d’interesse hanno conosciuto quasi un’unica direzione: a parte qualche fase di rialzo, sono per lo più sempre diminuiti. Dagli anni ’90, il finanziamento dell’abitazione di proprietà è così diventato sempre più interessante.

La crisi finanziaria del 2008 e lo scoppio della crisi del coronavirus nel 2020 hanno sconvolto i mercati. Attualmente, i governi e le banche centrali stanno cercando di sostenere le aziende e le banche con pacchetti di aiuti di svariati miliardi. Nel frattempo, i tassi d’interesse sono aumentati notevolmente, poiché alcuni operatori di mercato hanno coperto le loro carenze di liquidità con la vendita di titoli di Stato. Tuttavia, è probabile che si sia trattato solo di un fenomeno a breve termine.

Interessi ipotecari: il minimo storico continua?

I principali esperti discutono l’evoluzione a lungo termine dei tassi d’interesse. La questione fondamentale è se un indebitamento dello Stato in aumento a livello globale e i programmi di aiuto potrebbero portare all’inflazione e quindi alla crescita dei tassi d’interesse. Pubblicazioni scientifiche come «low for long» (bassi tassi d’interesse a lungo termine) o «low for ever» indicano una fase più lunga con tassi d’interesse fondamentalmente bassi. È quindi probabile che gli interessi ipotecari rimangano a un livello molto basso ancora a lungo termine.

Vista sulla città di Interlaken.

L’andamento dell’interesse ipotecario spiegato in breve

In parole povere, l’inflazione o il rincaro generale, l’andamento dell’economia e la politica monetaria della Banca nazionale svizzera (BNS) giocano un ruolo decisivo. Se una banca calcola l’inflazione, questo tasso d’inflazione è normalmente incluso nel tasso d’interesse. Dal canto suo, la BNS influenza i tassi d’interesse e quindi indirettamente gli interessi ipotecari attraverso il tasso d’interesse di riferimento e la massa monetaria.

Le ipoteche Libor o SARON come alternativa si distinguono essenzialmente per il fatto che il tasso d’interesse è variabile. Esso viene di norma adeguato ogni tre mesi al tasso di mercato aggiornato. L’importo del tasso d’interesse addebitato al cliente può dunque variare da un trimestre all’altro.

Le ipoteche Libor o SARON rappresentano quindi la scelta giusta se il cliente si aspetta sostanzialmente tassi d’interesse bassi. In generale, vale la seguente regola: in un contesto di tassi d’interesse «normali», finanziamenti a breve termine sono più vantaggiosi per il semplice motivo che non si applicano costi per la copertura degli interessi. Tuttavia, a seconda dell’andamento degli interessi ipotecari, la liquidità dovrebbe essere mantenuta a disposizione nel caso in cui questi diventino più costosi. La capacità e la propensione al rischio sono considerate un presupposto fondamentale per il finanziamento sulla base del Libor risp. del SARON. Chi opta per questa via dovrebbe anche seguire attentamente l’andamento degli interessi ipotecari.

Una famiglia è seduta nel soggiorno della propria casa.

Interessi ipotecari: i vantaggi di un’ipoteca fissa

Le ipoteche fisse, invece, offrono una copertura dei tassi d’interesse. Tuttavia, ogni anno supplementare costa un po’ di più. Nell’attuale contesto dei tassi d’interesse, però, i supplementi sono storicamente vantaggiosi. Vi sono state fasi di evoluzione dei tassi d’interesse in cui i supplementi per anno di durata in più erano, ad esempio, dello 0,2%. Oggi, tuttavia, il supplemento per ogni anno di copertura aggiuntivo dei tassi d’interesse è relativamente basso.

Da ciò è possibile trarre tre conclusioni

  • Finché queste condizioni continueranno a influenzare l’andamento dei tassi d’interesse in Svizzera, le ipoteche fisse a lungo termine risultano particolarmente interessanti.
  • La probabilità che gli interessi ipotecari si sviluppino moderatamente nei prossimi anni è relativamente alta. Il tasso d’interesse sulla maggior parte delle ipoteche resta vantaggioso dal punto di vista storico.
  • Chi opta per un tasso d’interesse a più lungo termine, già oggi conosce l’importo da pagare nei prossimi anni.

Interessi ipotecari: il ruolo delle durate

Per la maggior parte delle persone, realizzare il proprio sogno di una casa di proprietà è un investimento importante. Pertanto, il desiderio di sicurezza e prevedibilità del budget sono spesso prioritari. Questi rappresentano buoni motivi per scegliere un’ipoteca fissa.

Chi preferisce un finanziamento dinamico e flessibile, invece, opta per durate delle ipoteche più brevi. È ovviamente possibile anche una combinazione di più durate. Fedele alla regola del mercato azionario spesso citata: «Non mettete tutte le uova nello stesso paniere».

Vanno tenuti in considerazione anche gli standard di vita. Se avete un orizzonte a breve o medio termine o state pensando di vendere la vostra casa, non dovreste stipulare contratti con una durata di otto o dieci anni. In determinate circostanze, una disdetta non programmata di un’ipoteca fissa a lungo termine può essere costosa.

Previsione degli interessi ipotecari

Anche in Svizzera non ci sarà un’ipoteca a costo zero. Le banche fanno in modo che gli interessi coprano i rischi e i costi. Tuttavia, il tasso d’interesse per la proprietà abitativa resterà molto probabilmente interessante per molti anni a venire.


Cookies

Questo sito web utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito. Ulteriori informazioni sono disponibili nella Dichiarazione sulla riservatezza. Potete modificare le impostazioni dei vostri cookie nelle impostazioni sulla protezione dei dati.