Riscattare o estendere l’ipoteca? | key4.ch

Riscattare o estendere l’ipoteca?

© Getty Images
14.01.2022 | 2 minuti

Temporeggiare e vedere cosa offre la banca è un cattivo consiglio quando si tratta di rifinanziare un’ipoteca. Al contrario, in questo momento, è necessario agire. Molti contratti di credito prevedono termini di disdetta di tre o sei mesi. Bisogna, quindi, intervenire tempestivamente. Se non rispettate le scadenze, rischiate di perdere molto denaro. Inoltre, è difficile negoziare quando si ha fretta. In questo articolo scoprirete come procedere nel miglior modo possibile.

Esistono due possibilità

Alla scadenza dell’ipoteca, avete due opzioni.

  • Estendere l’ipoteca: in primo luogo, avete la possibilità di prorogare l’ipoteca in scadenza presso la vostra attuale banca, rinegoziando i tassi di interesse.
  • Riscattare l’ipoteca: in secondo luogo, siete liberi di disdire il credito e optare, invece, per l’ipoteca di un’altra banca, ovvero chiederne il riscatto.

È meglio rifletterci con 12-18 mesi di anticipo. Ci sono interessanti offerte di tassi di interesse sul mercato? Un altro fornitore sarebbe disposto a riscattare l’ipoteca?

Alcuni offerenti ipotecari, come key4.ch, consentono di prorogare il mutuo già 18 mesi prima della scadenza, così l’offerta vantaggiosa è garantita.

Estendere un’ipoteca: vantaggi

Meno laborioso: è più semplice prorogare l’ipoteca con l’attuale partner contrattuale. La maggior parte della documentazione rilevante sull’immobile è già disponibile. Se bisogna aggiornare solo singoli documenti, come il certificato di salario o la dichiarazione fiscale, il processo è più facile.

Meno spese o penali: estendere un’ipoteca esistente è una semplice attività standard per qualsiasi banca. Quindi difficilmente dovrete sostenere costi o spese di elaborazione. In determinate circostanze, rivolgersi a un altro istituto e terminare l’attuale contratto prima del termine può essere costoso.

Riscattare un’ipoteca: vantaggi

Migliori condizioni dei tassi grazie alla concorrenza: la prima offerta per l’estensione di un ipoteca è spesso un “prezzo indicativo”. Chi richiede offerte da istituti concorrenti e lascia che il mercato svolga il suo ruolo spesso ottiene offerte molto più convenienti. Con key4 potete richiedere diverse offerte a condizioni interessanti in pochi clic.

Chi richiede più offerte e le confronta noterà delle differenze in termini di tasso d’interesse: le offerte non negoziate (“prezzi indicativi”) sono spesso superiori dello 0,4 o addirittura dello 0,5% rispetto alle migliori offerte sul mercato.

Se prendiamo come esempio un’ipoteca a tasso fisso di 10 anni con importo superiore a 600000 franchi, per l’intera durata del mutuo il risparmio ammonta a quasi 30000 franchi.

Anche se l’ipoteca è a tempo determinato, dovete in ogni caso agire di vostra iniziativa e recedere dal contratto. In caso contrario, le disposizioni contrattuali renderanno più difficile o impossibile il riscatto dell’ipoteca. Pertanto, si consiglia vivamente di annotare in anticipo in agenda le date di scadenza e i periodi di preavviso.

Riscattare anticipatamente l’ipoteca

Le tranche ipotecarie come ostacolo

Nella pratica a molti clienti viene comunicato che non possono riscattare il credito per via di alcune tranche ipotecarie a lunga scadenza in essere con lo stesso offerente. Ciò significherebbe quindi che un riscatto anticipato delle tranche ancora esistenti sarebbe soggetto alle commissioni per disdetta anticipata applicate quando si risolve il contratto senza rispettare i termini prescritti (sanzione o indennità di uscita).

Sanpietrini posizionati sulla sabbia.
© Getty Images

Un approccio pratico

In effetti, può essere un ostacolo se, ad esempio, una tranche scade quest’anno e una seconda solo tra due o tre anni. Tuttavia, nel settore è di uso comune consentire un cambiamento, soprattutto se l’intero finanziamento viene riscattato da un’altra banca entro uno o due anni. L’ipoteca è praticamente “condivisa” fino al suo definitivo riscatto.

Conclusioni

Prendevi il tempo necessario per considerare attentamente se estendere o disdire l’ipoteca. Nel contempo, questo è anche il momento ideale per rivedere la strategia ipotecaria e adattarla alle nuove circostanze di vita.


Questo articolo è stato utile?
Grazie per il vostro voto!


Altri articoli sul tema


Pronti per la migliore offerta?


Rimanga aggiornato

Legga regolarmente articoli interessanti e riceva consigli utili su tutti gli aspetti dell’acquisto di una casa o di un appartamento.

Abbonarsi alla newsletter key4

Il nostro sito web utilizza cookie per offrirle la miglior esperienza di navigazione. Trova maggiori informazioni nella Dichiarazione sulla riservatezza. Può modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni di privacy. Verso le impostazioni di privacy