Procedura di gara: la casa dei sogni all’asta | key.ch

Procedura di gara: acquistare all’asta la casa dei sogni

© Getty Images
28.01.2021 | 2 minuti

In Svizzera sono sempre più numerosi gli immobili che vengono venduti tramite «bandi di gara». Questo tipo di vendita si sta diffondendo sempre di più, soprattutto nei grandi centri urbani e prevede che diversi potenziali acquirenti in gara tra loro presentino le offerte per un immobile. Di seguito vi illustriamo la procedura.

Chi desidera acquistare una casa ha a che fare sempre più spesso con la procedura di gara quale metodo di vendita. Il venditore mette all’asta il proprio immobile indicando tutte le informazioni essenziali e fissa almeno un appuntamento per visionare l’immobile. Dopo la visita, i potenziali acquirenti presentano le loro offerte in diverse tornate, come in un’asta.

In alcuni casi, tuttavia, la procedura può iniziare anche con una prima offerta da parte dei potenziali acquirenti. Successivamente il venditore decide chi invitare alla visita. A differenza di un’asta convenzionale o di un’asta giudiziaria, le offerte non sono vincolanti per le parti interessate. Ciò significa che anche il miglior offerente può ritirare la sua offerta di acquisto in qualsiasi momento.

La casa dei sogni con una procedura di gara: ecco come funziona

Chiunque voglia partecipare a un bando di gara deve sapere come farlo correttamente. In un processo trasparente ed equo, il venditore dovrebbe comunicare chiaramente all’inizio come intende procedere. Dovrebbe stabilire nel modo più trasparente possibile un appuntamento per la visita, il numero di tornate in cui le parti interessate possono presentare le offerte e le scadenze per ciascuna di esse. Il bando di gara si svolge solitamente come segue:

1. Visionare la descrizione dell’immobile

La procedura di qualsiasi gara inizia con la descrizione dell’immobile in cui il venditore fornisce tutte le informazioni rilevanti sull’oggetto, come la posizione, le dimensioni, l’anno di costruzione, la planimetria e lo stato. L’ideale è fornire una documentazione fotografica completa, un appuntamento per la visita e un programma chiaro. Non serve un’offerta minima, quindi in alcuni casi le parti interessate sono invitate a fare una stima del prezzo. Tramite le informazioni di base della descrizione dell’immobile, lo strumento di valutazione di immobili key4 è in grado di calcolare una fascia di prezzo del valore dell’immobile. Il calcolatore è disponibile gratuitamente e vi offre la possibilità di partecipare al bando di gara con idee più chiare.

2. Visitare l’immobile

Durante una visita i potenziali acquirenti si rendono conto se l’immobile potrebbe essere davvero la loro casa dei loro sogni, e possono assicurarsi che le informazioni contenute nella descrizione sono corrette. In particolare nel caso in cui non viene indicato un prezzo minimo di vendita, è fondamentale: visionare prima la casa e poi sottoporre un’offerta.

Si consiglia di effettuare la visita accompagnati da un esperto, per esempio della banca, un agente immobiliare o un architetto, che potrà aiutarvi a stimare il giusto prezzo dell’immobile.

3. Richiedere il certificato di finanziamento

Una volta che un immobile ha destato l’interesse di un potenziale acquirente, è consigliabile richiedere la conferma del finanziamento da un fornitore di ipoteche. Il certificato di finanziamento è una valutazione non vincolante della vostra situazione finanziaria e dimostra che potete permettervi un immobile fino a un certo prezzo di acquisto. In particolare quando si fa un’offerta, gli acquirenti sanno esattamente cosa è fattibile per loro e a quanto dovrebbe corrispondere il prezzo massimo d’offerta per l’oggetto. Il venditore, a sua volta, può essere sicuro che l’acquirente sarà in grado di finanziare la sua offerta. Questo può rappresentare un vantaggio rispetto ad altri offerenti. Il certificato di finanziamento, detto anche conferma di finanziamento, può essere richiesto online su key 4 in modo semplice e verrà fornito entro 24 ore.

Una donna è seduta alla scrivania e guarda pensierosa un tablet, sulla scrivania ci sono dei fogli con diagrammi e un computer portatile.
© Getty Images

4. Fare un’offerta

Le offerte di acquisto vengono raccolte entro una data limite che viene comunicata. Per la vostra prima offerta siete relativamente liberi in quanto non conoscete le offerte degli altri interessati. Ovviamente vi dovete basare sulla fascia del prezzo di acquisto specificata nel certificato di finanziamento. Inoltre, soprattutto per chi non ha esperienza in merito, una consulenza della banca è utile anche per sottoporre un’offerta adeguata. Per poter superare l’offerta più alta nella tornata successiva, infatti, la fascia del prezzo di acquisto non dovrebbe essere già esclusa nella prima offerta. Tuttavia, se è troppo bassa, potrebbe indicare un minore interesse da parte dell’acquirente. È quindi importante trovare il giusto mezzo.

Casa o appartamento?

Qui trovate l’offerta ipotecaria che fa per voi.

5. Aspettare l’offerta più alta e superarla

Dopo che tutti i potenziali acquirenti hanno sottoposto la propria offerta, il venditore annuncia quella più alta. I partecipanti all’asta hanno quindi la possibilità di superare il miglior offerente. In questo caso il venditore fissa solitamente un termine. Dovrebbe inoltre essere possibile rinegoziare, porre ulteriori domande sulle garanzie dell’edificio o effettuare ulteriori visite a seconda delle necessità.

6. Ulteriori tornate di offerte

In singoli casi, un bando di gara può prevedere fino a quattro tornate, se è stato specificato in precedenza dal venditore. Ciò significa che dopo la prima offerta e l’annuncio dell’offerta più alta, le parti interessate possono ritoccare altre volte l’importo. Questo fa salire il prezzo, ma le parti interessate possono anche uscire dalla gara e ritirare le offerte in qualsiasi momento. È importante, in questo senso, non superare il budget indicato nel certificato di finanziamento.

7. Aggiudicazione

Se il venditore accetta l’offerta di una parte interessata, la procedura è chiusa. I passi successivi sono, come di consueto con altri tipi di acquisto di immobili, la sottoscrizione del contratto di acquisto e l’iscrizione nel registro fondiario.

Non vince sempre l’offerta più alta

Gli acquirenti dovrebbero considerare che non è solo l’offerta più alta che conta. Come nel caso della vendita classica, molti venditori decidono sulla base della simpatia nei confronti del potenziale acquirente, indipendentemente dal bando di gara. Quindi, oltre all’importo dell’offerta, il venditore può anche valutare positivamente il fatto che un acquirente non vuole fare alcuna ristrutturazione o sta cercando una casa per la famiglia. Quindi, anche chi non dispone del budget più alto, potrebbe avere successo con un colloquio personale o una lettera di accompagnamento.

Un bambino gattona dentro un tunnel fatto con una scatola di cartone e sorride, anche l’uomo e la donna alle sue spalle sorridono.
© Getty Images

Vantaggi e svantaggi della procedura di gara

In determinate circostanze, la procedura di gara porta all’acquisto dell’immobile più rapidamente rispetto alla mediazione da parte di un agente
La concorrenza di altri offerenti può dare sicurezza, in quanto dimostra che l’immobile è molto richiesto
La presentazione di un’offerta non è vincolante
Il prezzo può superare il valore di mercato a causa della concorrenza
Fare un’offerta per un immobile può significare una pressione che porta a decisioni emotive e, in ultima analisi, a superare il budget
Nelle procedure di gara senza prezzo minimo, l’importo della prima offerta è difficile da stimare

Conclusione: dalla gara al successo

Con un certo supporto, l’acquisto di una casa mediante la procedura di gara può essere promettente quanto qualsiasi altro metodo di vendita. È vero che il prezzo di vendita di un immobile può essere spinto al rialzo dalle offerte e la pressione della concorrenza può portare a decisioni emotive, tuttavia l’oggetto non sempre va al miglior offerente e le offerte possono essere ritirate. Pertanto il nostro consiglio è: mantenete la calma e rivolgetevi a un consulente. Chi conosce la propria situazione finanziaria in anticipo e non supera il budget fissato, non corre pericoli e potrebbe rapidamente trovare una nuova casa.


Questo articolo è stato utile?
Grazie per il vostro voto!


Altri articoli sul tema


Pronti per la migliore offerta?


Rimanga aggiornato

Legga regolarmente articoli interessanti e riceva consigli utili su tutti gli aspetti dell’acquisto di una casa o di un appartamento.

Abbonarsi alla newsletter key4

Il nostro sito web utilizza cookie per offrirle la miglior esperienza di navigazione. Trova maggiori informazioni nella Dichiarazione sulla riservatezza. Può modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni di privacy. Verso le impostazioni di privacy