Ipoteca a termine: assicurarsi un tasso di interesse fisso per il futuro

Ipoteca a termine: garanzia del tasso d’interesse per ipoteche a tasso fisso

© Getty Images
31.05.2021 | 4 minuti

Ecco come funziona una ipoteca a termine

L’ipoteca a termine si basa su un’ipoteca a tasso fisso, dove i clienti fissano il tasso d’interesse ipotecario al livello di oggi già con mesi d’anticipo. Si può trattare di una nuova ipoteca a tasso fisso o un’estensione di un’ipoteca esistente. È il fornitore del mutuo quanto tempo prima si può pianificare questa transazione. In key4, agli interessati viene concesso un periodo di tempo fino a 18 mesi.

Motivo della stipula: aumento del livello dei tassi d’interesse

La ragione principale per stipulare una ipoteca a termine è la presunzione che i tassi d’interesse potrebbero aumentare nei prossimi mesi. Assicurando i tassi d’interesse ai livelli attuali, i clienti evitano questo rischio.

Tuttavia, nessuno può prevedere o anche solo anticipare come si svilupperanno i tassi d’interesse. Gli esperti finanziari sospettano però che, a causa della politica monetaria espansiva della Banca Centrale Europea, non ci si deve aspettare un grande aumento nel prossimo futuro – piuttosto un continuo movimento trasversale.

Altre ragioni a favore dell’ipoteca a termine sono la situazione di vita individuale e l’atteggiamento personale verso il finanziamento. Se non può permettersi un rischio o non vuole correrlo, pur piccolo che possa sembrare, optando per questa ipoteca va sul sicuro. E vale anche per le persone a cui piace mettere un segno di spunta tra l’elenco delle cose da fare ancora in sospeso, in modo da poter completare il compito prima del tempo.

Un uomo porta un bambino piccolo sulle spalle
© Getty Images

I costi di una ipoteca a termine

I mutuatari di solito devono pagare un premio alla banca per la garanzia di un tasso di interesse fisso – il cosiddetto premio a termine. L’entità del premio dipende principalmente da quanto è lontana la data dell’ipoteca – più è lontana, più è alto il premio. Molte banche compensano il premio con il tasso d’interesse dell’ipoteca, che è quindi semplicemente un po’ più alto di una ipoteca senza premio.

Per un periodo di tempo relativamente breve, i mutuanti offrono una protezione gratuita.

Stipulare un’ipoteca a termine o no?

È possibile capire se valga la pena stipulare questa ipoteca non prima che la durata sia iniziata. Spesso anche più tardi. Tuttavia, l’esempio fittizio del seguente calcolo può dare agli interessati un’idea se questo modello è adatto a loro.

Esempio

Un cliente è interessato a una ipoteca a termine con una durata che inizia dopo 12 mesi. La parte contraente paga questa durata relativamente lunga di una copertura del tasso d’interesse con un premio a termine dello 0,2%. Di conseguenza, l’attuale tasso di interesse aumenterà dall’1,3 all’1,5 per cento. Se il tasso d’interesse aumenta a più dell’1,5% all’inizio e anche nel corso della durata, l’opzione è stata conveniente per il cliente. Se i tassi d’interesse rimangono gli stessi o addirittura scendono, la stipula di una ipoteca a termine non sarebbe stata necessaria.

Quella che segue è una panoramica dei vantaggi e degli svantaggi di una ipoteca a termine.

Vantaggi:

  • il cliente si assicura un tasso d’interesse attualmente favorevole
  • quindi non è soggetto al rischio di un possibile aumento dei tassi d’interesse
  • ha una sicurezza di pianificazione per le proprie condizioni di vita

Svantaggi:

  • il contratto a termine è vincolante anche se il tasso di interesse non è aumentato
  • il cliente si vincola a condizioni e a un fornitore in una fase iniziale – in genere con mesi di anticipo
  • è dovuto un premio a termine

Deduzione fiscale del premio a termine

Una volta che l’ipoteca è stata stipulata, non c’è più distinzione tra a termine e tasso d’interesse – si parla invece di tasso ipotecario individuale. Questo importo può essere dedotto come al solito ai fini fiscali.

Conclusione: con un’ipoteca a termini si può stare tranquilli

Per le persone che vogliono minimizzare il loro rischio finanziario, si prende in considerazione la stipula di una ipoteca a termine. Esse evitano così il rischio di aumento dei tassi d’interesse fino all’inizio e durante il periodo di validità. Per questa garanzia, tuttavia, il premio dovuto, ossia il premio a termine, deve essere compensato. Se questa ipoteca a termine sia alla fine utile può essere valutata solo in un secondo momento.

Questo articolo è stato utile?
Grazie per il vostro voto!


Altri articoli sul tema


Pronti per la migliore offerta?


Rimanga aggiornato

Legga regolarmente articoli interessanti e riceva consigli utili su tutti gli aspetti dell’acquisto di una casa o di un appartamento.

Abbonarsi alla newsletter key4

Il nostro sito web utilizza cookie per offrirle la miglior esperienza di navigazione. Trova maggiori informazioni nella Dichiarazione sulla riservatezza. Può modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni di privacy. Verso le impostazioni di privacy